5 criteri essenziali per selezionare una soluzione di monitoraggio della sostenibilità dei fornitori 2022

June 3, 2022 IT EcoVadis IT

Di fronte a un'interruzione continua e senza precedenti, le catene di fornitura sono sempre più vulnerabili a una vasta gamma di rischi di sostenibilità che, se non gestiti in modo efficace, possono esporre le aziende a maggiori costi operativi, sanzioni finanziarie significative e danni di reputazione a lungo termine. Come evidenziato nel nostro ultimo Barometro degli Acquisti Sostenibili, le aziende che gestiscono questi rischi e guidano in maniera proattiva la sostenibilità in tutta la loro catena di fornitura, stanno aumentando le entrate, consolidando la fedeltà dei dipendenti e dei clienti, e contribuendo alla trasformazione dei loro settori.

Nonostante gli sforzi per raggiungere obiettivi di sostenibilità, spesso le aziende trascurano aspetti importanti della sostenibilità della catena di approvvigionamento, i fornitori sono poco coinvolti o oberati di richieste e gli sforzi vengono duplicati. I team di approvvigionamento leader hanno capito che un approccio integrato e olistico può aiutare a risolvere molti di questi problemi. Un programma centralizzato di monitoraggio della sostenibilità dei fornitori contribuisce a identificare proattivamente i rischi, ma anche aiutare i fornitori a intraprendere o progredire nel loro viaggio di miglioramento della sostenibilità. Se è vero che negli ultimi anni sono emerse diverse soluzioni per costruire un programma di approvvigionamento sostenibile, non tutte sono uguali ed efficaci.
 
Ecco cinque fattori chiave da considerare quando si sceglie una soluzione di monitoraggio della sostenibilità del fornitore per la propria azienda:


1) Consentire di gestire i rischi in una vasta gamma di settori e regioni

Qualsiasi sia il vostro settore, è probabile che siano decine o addirittura centinaia le categorie di acquisto da cui vi rifornite, in particolare se consideriamo la spesa indiretta. La vostra azienda potrebbe sapere molto poco dei rischi legati alla sostenibilità di alcuni di questi settori che possono riguardare i rischi lavorativi nella produzione, i rischi ambientali nel settore chimico, i rischi etici nelle industrie estrattive e così via. Inoltre, ogni settore ha il proprio panorama normativo che può variare significativamente in base alla geografia. 
 
Una soluzione efficace dovrebbe tenere conto di questa complessità nel modo in cui valuta e monitora la performance di sostenibilità dei fornitori. Dovrebbe anche offrire strumenti che consentano alle aziende di rimanere aggiornate sui rischi emergenti della catena di fornitura e sui rapidi cambiamenti normativi che hanno un impatto sui fornitori in una vasta gamma di settori e paesi. Per esempio, EcoVadis IQ integra questi fattori nella mappatura dei fornitori, offrendo l'intelligenza predittiva necessaria per gestire in modo proattivo i rischi etici, sociali e ambientali in tutta la base di fornitori e concentrare gli sforzi sui fornitori ad alto rischio.


2)  Coprire una gamma completa di argomenti di sostenibilità nella sua valutazione 

Anche se temi come la riduzione del carbonio sono oramai una priorità nell'agenda delle aziende, la pandemia di COVID-19 ha rafforzato l'interconnessione delle questioni di sostenibilità e la necessità di affrontarle in modo olistico. Le aziende devono concentrarsi inevitabilmente sulle criticità più rilevanti, definite dalle loro attività commerciali e dalle sedi operative, ma devono anche considerare la serie di rischi che pervadono le loro catene di fornitura.
 
Una soluzione efficace per il monitoraggio della sostenibilità deve includere criteri per valutare diversi rischi - dalla schiavitù moderna all'antidiscriminazione, all'uso dei prodotti e alle pratiche di fine vita dei materiali. Dovrebbe anche allinearsi con il crescente volume di standard e iniziative che richiedono o incoraggiano le aziende a riferire su un ampio spettro di questioni. Per esempio, EcoVadis Ratings considera 21 criteri di sostenibilità in quattro temi principali - Ambiente, Lavoro e Diritti Umani, Etica e Approvvigionamento sostenibile - per garantire che tutti i rischi siano valutati. La soluzione di EcoVadis è allineata con gli standard principali, come la Global Reporting Initiative, il Global Compact delle Nazioni Unite e ISO 26000 - e tiene conto di oltre 500 regolamenti relativi alla sostenibilità.  


3) Facilitare il confronto e fornisce intuizioni attuabili

Le valutazioni dei fornitori da sole non sono più sufficienti. Affinché i dati di valutazione siano utili per guidare il miglioramento sui temi chiave della sostenibilità, devono essere organizzati in modo da renderli comprensibili, comparabili e utilizzabili sia per i team di approvvigionamento che per i fornitori. Per gestire efficacemente il rischio e identificare le opportunità, i team di approvvigionamento devono essere in grado di rispondere alle seguenti domande: come si comporta ogni fornitore sui temi della sostenibilità rispetto ai suoi pari? Qual è la norma per il settore o l'area geografica in cui si trova? Stanno migliorando le loro prestazioni nel tempo?
 
Le soluzioni che quantificano e valutano le prestazioni di sostenibilità (ad esempio, attraverso valutazioni o punteggi) consentono ai team di approvvigionamento - e ai loro fornitori – non solo di garantire la conformità, ma anche di sfruttare le intuizioni per ottenere un impatto significativo e duraturo. Con le intuizioni ottenute dal benchmarking, gli acquirenti possono fissare obiettivi e soglie per coinvolgere i fornitori e spingerli all’impegno. Per esempio, la soluzione EcoVadis permette agli acquirenti di sviluppare piani di azione correttiva in collaborazione con i loro fornitori, di monitorarne i progressi e infine di riconoscere e premiare quelli che raggiungono miglioramenti significativi.


4) Integrare la soluzione di monitoraggio della sostenibilità dei fornitori nei vostri processi di approvvigionamento 

Per rendere la sostenibilità centrale nella funzione di approvvigionamento della vostra organizzazione, dovete essere in grado di integrarla in tutti i processi di approvvigionamento, compresi il sourcing, l'onboarding, le offerte e le richieste di proposte, la gestione delle relazioni con i fornitori, la stipula dei contratti e le revisioni annuali. 
 
Con l'accelerazione della trasformazione digitale delle catene di approvvigionamento, la chiave per raggiungere questo obiettivo è trovare una soluzione che vi permetta di integrare le metriche e gli approfondimenti decisivi nelle suite di software di gestione degli approvvigionamenti esistenti. Idealmente, la soluzione scelta avrà una piattaforma integrata con i principali software di pianificazione delle risorse aziendali - come SAP Ariba Risk Aware, Coupa Spend Management, Synertrade e Jaggaer - e altre applicazioni tradizionalmente utilizzate per la gestione del rischio per risparmiare tempo e costi. 


5) Gestire il cambiamento attraverso una supporto efficiente

Una piattaforma di valutazione e monitoraggio non può da sola trasformare l'approccio delle organizzazioni nell'affrontare i rischi di sostenibilità in tutta la loro catena di fornitura. Per una strategia efficace di sostenibilità, le organizzazioni dovranno anche trasformare i loro processi di gestione, integrare nuove strategie e supportare costantemente i loro fornitori.
 
Cercate un fornitore di soluzioni che non solo offra competenze interne di gestione del programma, ma che favorisca anche il confronto con una community di colleghi e partner utile per perfezionare le vostre strategie sulla sostenibilità. Idealmente, la soluzione che sceglierete dovrebbe avere una piattaforma di capacity-building per i fornitori come l'EcoVadis Academy, che offre corsi completi di e-learning per aiutare i fornitori a navigare in una vasta gamma di fondamentali argomenti di sostenibilità. Risorse cruciali se volete aumentare l'impatto e sbloccare il valore in tutta la catena di fornitura. 


Conclusioni

Esiste un'ampia varietà di approcci alla sostenibilità e alla gestione dei rischi. Tuttavia, la soluzione più efficace vi darà le metriche e gli approfondimenti necessari per monitorare e coinvolgere i fornitori in tutti i settori e in tutte le regioni del mondo. Oltre a una piattaforma online dedicata che potete sfruttare per confrontare le prestazioni dei fornitori, identificare le opportunità e connettervi con nuovi partner commerciali, dovreste essere in grado di integrare queste metriche e intuizioni direttamente nei vostri processi di approvvigionamento esistenti. Un programma di approvvigionamento sostenibile è efficace solo se favorisce il coinvolgimento attivo sia all'interno della vostra organizzazione che tra i vostri fornitori. 
 
Per maggiori informazioni su come la soluzione EcoVadis può aiutarvi a costruire un efficace programma di approvvigionamento sostenibile, contattateci per una consulenza.
Per ulteriori approfondimenti potete consultare il nostro whitepaper su Cinque fattori chiave per la scelta di una soluzione di monitoraggio della RSI del fornitore.

Informazioni sull'autore

IT EcoVadis IT

EcoVadis è l'azienda più affidabile al mondo di valutazioni di sostenibilità aziendale, intelligenza e strumenti collaborativi per il miglioramento delle prestazioni delle catene di fornitura globali. Supportate da una potente piattaforma tecnologica e da una squadra globale di esperti, le schede di sostenibilità di EcoVadis, di facile fruizione e attivazione, forniscono una visione dettagliata dei rischi ambientali, sociali ed etici di 200 categorie di acquisto e 160 paesi.

Segui su Twitter Segui su LinkedIn Visita il sito Web Altri contenuti di {{noun}}
Articolo precedente
EcoVadis formalizza il suo impegno come azienda orientata al conseguimento dei propri obiettivi di sostenibilità (Purpose-Led Company)
EcoVadis formalizza il suo impegno come azienda orientata al conseguimento dei propri obiettivi di sostenibilità (Purpose-Led Company)

In base ai requisiti stabiliti dalla legge francese Loi PACTE, siamo diventati un'azienda orientata allo sc...

Articolo successivo
EcoVadis Sustain 2022: 5 moniti che ci portiamo in azienda
EcoVadis Sustain 2022: 5 moniti che ci portiamo in azienda

Il 14-15 marzo 2022 più di 3.200 partecipanti provenienti da 77 Paesi hanno partecipato a Sustain

Scopri come le aziende stanno avendo un impatto positivo sulla sostenibilità nel nostro nuovo report

Visualizza ora