La battaglia per la riduzione del gas serra si ottiene monitorando l’intera supply chain e creando responsabilità condivise per le riduzioni

October 19, 2020 IT EcoVadis IT

L’impegno alla riduzione dei gas serra è attualmente tra le priorità dell’agenda di sostenibilità delle organizzazioni. Tuttavia le capacità organizzative per gestire le emissioni di gas serra differiscono in base alle dimensioni delle aziende, all'ubicazione geografica e al settore, e le strategie di riduzione spesso rimangono limitate alle emissioni dirette e indirette delle proprie attività (Scope 1 e 2). Oggi, però, le imprese hanno l’opportunità di sfruttare il loro lavoro sulla resilienza della catena di approvvigionamento come conseguenza della crisi Covid 19, per rafforzare le attività di riduzione dei gas serra anche in questo ambito.

La maggior parte del Carbon Footprint aziendale risiede infatti nella catena del valore (Scope 3), che può rappresentare dal 70% al 95% delle emissioni totali. Al fine di raggiungere obiettivi di riduzione sempre più ambiziosi, le aziende dovranno quindi affrontare le emissioni che hanno origine nella supply chain (Scope 3 a monte). Sicuramente è una sfida importante per molte aziende, a causa delle complessità delle catene di approvvigionamento, in particolare per quelle che non hanno uno specifico know-how su come identificare, calcolare e comunicare le emissioni di  GHG.

Le tecniche comuni di contabilizzazione delle emissioni di gas serra, come l'analisi comparativa del ciclo di vita, utilizzano valori medi delle emissioni. Ma quando viene applicato un prezzo alle emissioni, le aziende, soprattutto quando non riescono a essere precise nella rendicontazione, si trovano ad affrontare costi aggiuntivi. I metodi di contabilità specifici del fornitore forniscono dati più granulari, ma dipendono da relazioni acquirente-fornitore che sono spesso poco sviluppate. I metodi ibridi, che colmano le lacune nei dati specifici del fornitore con valori medi, possono essere un primo passo verso la riduzione dei costi fino a quando i dati del fornitore non possono essere raccolti in modo più completo. Per gettare le basi a lungo termine per una contabilizzazione efficiente delle emissioni e riduzioni concrete nella catena di fornitura, le aziende devono creare strutture specifiche per il coinvolgimento acquirente-fornitore e creare responsabilità condivise per le riduzioni delle emissioni di Scope 3. Basandosi su strategie di coinvolgimento significative, le aziende saranno in grado di raccogliere dati di alta qualità, realizzare risparmi sui costi rispetto all'uso di valori medi e continuare a sviluppare le capacità dei fornitori attraverso le loro reti di supply chain.

Soluzioni innovative, come il nuovo Carbon Action Module d Ecovadis, supportano le organizzazioni, in particolare le piccole e medie imprese, con gli strumenti e  il know-how necessari per affrontare la riduzione della loro impronta di carbonio e, a loro volta, coinvolgere i fornitori a fare lo stesso e ad agire per la salvaguardia del pianeta.

  Riferendoci  alle piccole e medie imprese, queste devono colmare un gap importante rispetto alle grandi aziende nella rendicontazione delle emissioni che sono attualmente,  rispettivamente,  al 2,6% e al 18,9%.

  

Sebbene diverse organizzazioni, come il GRI e il Codice di sostenibilità, supportino le PMI quando si tratta di rendicontazione formale, la poca pressione normativa e gli esigui incentivi ad adottare le migliori pratiche evidenziano la necessità di strategie che diano una spinta alla gestione di tutta la base di fornitura. Il coinvolgimento dei fornitori delle PMI consente alle aziende di sviluppare capacità lungo le loro catene del valore che porterà a una migliore qualità e dettaglio del monitoraggio e della rendicontazione delle emissioni. Si stabilirebbe, così, una linea di base per guidare i miglioramenti che riguardano la parte più significativa della loro impronta GHG che ha origine nella supply chain.

Ulteriori approfondimenti sulle emissioni di carbonio e gas serra sono inclusi nel  Business Sustainability Risk and Performance Index 2020 di Ecovadis. Mentre nel sito dedicato Index online, si possono creare grafici personalizzati e confrontare le performance di sostenibilità per regione e industria.

Informazioni sull'autore

IT EcoVadis IT

EcoVadis è l'azienda più affidabile al mondo di valutazioni di sostenibilità aziendale, intelligenza e strumenti collaborativi per il miglioramento delle prestazioni delle catene di fornitura globali. Supportate da una potente piattaforma tecnologica e da una squadra globale di esperti, le schede di sostenibilità di EcoVadis, di facile fruizione e attivazione, forniscono una visione dettagliata dei rischi ambientali, sociali ed etici di 200 categorie di acquisto e 160 paesi.

Segui su Twitter Segui su LinkedIn Visita il sito Web Altri contenuti di {{noun}}
Articolo precedente
Migliorare la sostenibilità aziendale e rafforzare il business
Migliorare la sostenibilità aziendale e rafforzare il business

Le richieste di pratiche aziendali sostenibili sono in aumento e gli stakeholder stanno esercitando un'enor...

Articolo successivo
Il nuovo Carbon Action Module di EcoVadis contrasta i cambiamenti climatici e porterà a riduzioni significative delle emissioni a lungo term
Il nuovo Carbon Action Module di EcoVadis contrasta i cambiamenti climatici e porterà a riduzioni significative delle emissioni a lungo term

I leader aziendali si preparano a combattere le emissioni di gas serra partendo dalla supply chain Milano, ...