Quando la tua raccolta di dati non è sufficiente: rating di sostenibilità vs questionari di autovalutazione della CSR

April 1, 2020 IT EcoVadis IT

Mentre i rischi della supply chain continuano a proliferare in molti settori, le aziende stanno scoprendo che valutarli e gestirli – oltre ad aiutare i loro partner commerciali a migliorare – è una sfida notevole.

Allo stesso tempo, le categorie di prodotti sostenibili stanno diventando un’area di crescita strategica in molti settori, con l’esempio perfetto di Unilever, che ha rilevato tassi di crescita significativamente più elevati per i brand sostenibili. Secondo Beyond Supply Chains – Empowering Responsible Value Chains, un studio del World Economic Forum, di cui abbiamo parlato in precedenza, la creazione di valore da pratiche di approvvigionamento sostenibili può portare  una crescita del 5-20% delle entrate, una riduzione dei costi della catena di approvvigionamento del 9-16% e un aumento del valore del marchio del 15-30%.

Ma affinché le aziende possano affrontare i rischi e trarre vantaggio da queste opportunità di crescita, anche gli strumenti e le modalità di valutazione della CSR per l’approvvigionamento devono evolversi rapidamente. Molti team di procurement hanno provato a realizzare questionari di autovalutazione della CSR (SAQ) dei fornitori, collaborando con i colleghi che si occupano di sostenibilità, salute e sicurezza ambientale o conformità e presentandoli tramite strumenti di sondaggio online.

Selezionare lo strumento giusto

Mark Stevens, Director of Corporate Social Responsibility di Ciena Corporation, che gestisce il programma di valutazione dei fornitori del gigante delle telecomunicazioni, ha valutato entrambe le soluzioni.

Come parte del suo lavoro, Stevens, che lavora nel Regno Unito, gestisce il processo di risposta ai questionari di valutazione per i clienti nel settore delle telecomunicazioni, del governo e delle imprese. Come esplicitato in questo case study, la valutazione di EcoVadis è “più approfondita” e ci è voluto più tempo per portarla a termine. Tuttavia, una volta completata, ha dichiarato, “la ricompensa è che il risultato è riconosciuto e Ciena è rispettata per le ottime pratiche che utilizza”.

Quando Ciena ha iniziato a ricevere più richieste dai clienti in merito alla trasparenza della propria catena di fornitura, Stevens ha iniziato a considerare come avrebbero potuto rispondere.

All’evento di edie di quest’anno a Londra, Stevens ha presentato gli insight del loro programma. “Avevamo i nostri questionari di autovalutazione, che presentavano risposte contrastanti da parte dei fornitori”, ha spiegato Stevens. “Dopo aver completato e visto il valore delle valutazioni EcoVadis, abbiamo deciso di abbandonare il processo di “trust me”. Ora utilizziamo EcoVadis per valutare il 95 percento della nostra spesa”

Scegliere una soluzione sostenibile: guadagni e compromessi

Avendo sentito parlare dei percorsi di approvvigionamento sostenibile di  Ciena e altre aziende, abbiamo raccolto alcune domande e risposte comuni sui compromessi di queste soluzioni:

Sto già raccogliendo dati dai miei partner commerciali. Perché ho bisogno di un’azienda esterna per fare una valutazione e avere un rating della CSR?

Ci sono diverse cose da tenere in considerazione:

  • Indagini multiple e lavori duplicati. I tuoi partner commerciali lavorano con altre società, che stanno chiedendo dati simili. Per alcuni potrebbero essere centinaia di sondaggi all’anno. Questo genera uno sforzo per sondaggi che spesso presentano risposte di scarsa o nessuna qualità.
  • Quanto sono utili e fruibili i dati? Molti team di procurement ritengono che sia difficile lavorare su un database di risposte a sondaggi di CSR. I dati da soli non equivalgono a informazioni fruibili. Gli acquirenti hanno bisogno di indicatori chiari, che saranno in grado di comprendere e applicare facilmente in modo coerente.
  • Competenza. L’altro lato della medaglia “cosa fai con i dati” è chi li analizzerà. La CSR non è una competenza di base per la maggior parte degli acquirenti e può portare a dubbi sulla validità della valutazione della CSR. Creare un team interno per analizzarli è una sfida costosa e raramente fornisce benchmark globali. È qui che le competenze esterne di un’organizzazione credibile con una solida metodologia svolgono un ruolo chiave nel determinare l’indipendenza e l’integrità della valutazione.
  • Scalabilità. Come aumentare le dimensioni per valutare migliaia di fornitori? È molto più costoso farlo da soli per risultati equivalenti. Anche se assumi un team di esperti in CSR per sviluppare ed eseguire un programma completo, è difficile ridimensionarlo. Leggi quanto costa un programma di monitoraggio dei fornitori per scoprire di più sui costi sia per gli acquirenti che per l’intera catena del valore, rispetto a un sistema centralizzato e standardizzato, composto da esperti in CSR indipendenti.
  • Valore per il fornitore e motivazione a partecipare seriamente. I tuoi partner commerciali avranno molte più probabilità di impegnarsi se messi di fronte a processi che offrano un valore per loro. La valutazione e la scorecard CSR sono progettate per fornire non solo i benchmark sulle prestazioni di altre società in attività o località simili, ma anche un feedback specifico sui punti di forza e le aree di miglioramento. Puoi tenere traccia e misurare i progressi, celebrare i successi, internamente ed esternamente, e trasformare le tue prestazioni CSR in un vantaggio e in un differenziatore per il tuo business.

 

Questionario di autovalutazione Rating CSR di EcoVadis
Ambito Raccolta di dati sulla sostenibilità Valutazione dei sistemi di gestione della sostenibilità
Obiettivo Identificare i rischi derivanti da non conformità. Identificare, convalidare e comprendere i partner commerciali che possono rappresentare rischi – nonché gli innovatori – su una scala di valutazione esaustiva, facile da usare per gli acquirenti e che coinvolge i fornitori. Trasforma la sostenibilità in un driver per prestazioni positive e creare valore.
Chi viene valutato? Siti (per audit e soprattutto questionari di autovalutazione) Aziende/entità commerciali e siti
Raccolta dati Le sfide di un questionario standardizzato: sondaggi inutilmente lunghi, fornitori confusi/persi con domande irrilevanti, riduce il tasso di coinvolgimento e la qualità delle risposte. Questionario personalizzato adattato a 190 settori e dimensioni aziendali, tenendo conto delle leggi, dei regolamenti, degli standard di settore, delle certificazioni e delle etichette locali etc., per garantire che le domande siano più pertinenti possibile.

Vantaggi principali: aumento della percentuale di risposte e maggiore qualità.

Verifica della metodologia di valutazione L’acquirente (o un revisore) determina la metodologia Dati analizzati dagli esperti in materia attraverso una solida metodologia che abbraccia tutte le questioni materiali (21 criteri, 4 temi) su tutti gli indicatori di gestione pertinenti, allineata agli standard globali, continuamente aggiornata e supervisionata da un comitato scientifico, perfezionata per più di un decennio su oltre 50.000 aziende.

Vantaggi principali: indicatori e benchmark affidabili e riconosciuti a livello globale

Risultato per gli acquirenti Accesso alla scheda tecnica delle risposte auto-compilate (o relazione di audit), spesso senza prove documentali; Criticità della valutazione automatica:

affidabilità ignota.

Usabilità molto bassa.

Gli acquirenti non hanno le competenze per l’interpretazione

Accesso al proprio portafoglio di scorecard di fornitori/partner commerciali (scarica un esempio qui) con valutazioni, benchmark, punti di forza e di debolezza di facile lettura. Dashboard con stato di onboarding, alert di notizie in tempo reale, strumento di azione correttiva interattivo; opzione per integrare i rating direttamente nel software di procurement.

Vantaggi principali: comprendere il rischio, massimizzando al contempo l’impegno trasformando la CSR in una “corsa verso l’alto” positiva con valore reciproco per tutti i partner commerciali.

Risultato per i fornitori Piattaforma per condividere dati con più clienti Valutazione singola con rating sulla CSR e scorecard dettagliata (disponibile in 10 lingue) – condivisibile con tutti i clienti e gli stakeholder – con benchmark, feedback e strumenti di collaborazione per migliorare. Credenziali riconosciute a livello globale per promuovere e differenziare le proprie prestazioni di business.
Come possono essere integrati i dati nei processi di procurement? Gli acquirenti devono gestirli, spesso tramite processi manuali (poca o nessuna automazione) EcoVadis offre una piattaforma software completa, che si integra direttamente con le principali reti di procurement come SAP-Ariba, Synertrade, Ivalua, riskmethods e programmi personalizzati. Consente agli utenti di richiedere valutazioni e visualizzare i punteggi e i risultati delle scorecard all’interno del proprio software di procurement.

Questa integrazione consente, ad esempio, il calcolo automatico dei punteggi che applicano la “ponderazione” alla sostenibilità (insieme ad altri criteri) in processi come RFP / RFX (come Credit Agricole Bank) e Supplier Relationship (come i partner europei di Coca Cola). Le valutazioni facilitano inoltre l’integrazione chiara, tracciabile e applicabile dei criteri per le performance in termini di CSR/sostenibilità nelle clausole contrattuali. (Scopri di più sulle clausole CSR)

Coinvolgimento del fornitore Gli uffici acquisti devono dedicare risorse aggiuntive per invitare, integrare, gestire e supportare i fornitori attraverso la piattaforma di questionari di autovalutazione. EcoVadis offre una soluzione chiavi in mano con gestione del programma e coinvolgimento completo dei fornitori e supporto in 10 lingue.
Monitoraggio e validazione con fonti di dati esterne Spetta all’ufficio acquisti trovare una soluzione per il monitoraggio.

Dopo che un fornitore ha completato il questionario di autovalutazione non vi è alcuna pressione/valore nell’aggiornamento delle informazioni. Ciò si può tradurre in molti dati vecchi/obsoleti.

Le scorecard EcoVadis includono risultati aggiornati a 360° da fonti esterne e indicano chiaramente quando sono stati emessi. I fornitori sono incentivati a mantenere aggiornati i propri dati venendo rivalutati nel tentativo di migliorare i propri punteggi.
Come vengono verificate le informazioni? Le informazioni dei questionari di autovalutazione devono essere verificate dagli acquirenti, eventualmente utilizzando revisori di terze parti. EcoVadis ha un team di 100 esperti di sostenibilità che verificano i dati, comprese le prove documentali presentate dalle aziende, nonché analisi di fonti esterne di dati di terze parti per creare valutazioni e scorecard secondo la metodologia EcoVadis.

 

Vuoi saperne di più sul valore dei rating di sostenibilità e sull’esperienza di Ciena con EcoVadis? Leggi il case study completo.

Oppure scopri di più sulla metodologia EcoVadis.

 

L’autore

EcoVadis è il fornitore più affidabile al mondo di valutazioni di sostenibilità aziendale, intelligence e strumenti collaborativi per il miglioramento delle prestazioni delle supply chain globali. Supportate da una potente piattaforma tecnologica e da un team globale di esperti, le schede di sostenibilità di EcoVadis, di facile utilizzo e fruibili, forniscono una visione dettagliata dei rischi ambientali, sociali ed etici in 198 categorie di acquisto e 155 paesi.

 

Informazioni sull'autore

IT EcoVadis IT

EcoVadis è l'azienda più affidabile al mondo di valutazioni di sostenibilità aziendale, intelligenza e strumenti collaborativi per il miglioramento delle prestazioni delle catene di fornitura globali. Supportate da una potente piattaforma tecnologica e da una squadra globale di esperti, le schede di sostenibilità di EcoVadis, di facile fruizione e attivazione, forniscono una visione dettagliata dei rischi ambientali, sociali ed etici di 200 categorie di acquisto e 160 paesi.

Segui su Twitter Segui su LinkedIn Visita il sito Web Altri contenuti di {{noun}}
Articolo precedente
Lo Stakeholder Capitalism aiuterà le aziende a superare il COVID-19
Lo Stakeholder Capitalism aiuterà le aziende a superare il COVID-19

Le aziende in grado di navigare nelle acque agitate dal Coronavirus hanno già adottato una visione basata s...

Articolo successivo
Le performance globali di sostenibilità si mantengono stabili, nonostante la crescente responsabilità delle aziende
Le performance globali di sostenibilità si mantengono stabili, nonostante la crescente responsabilità delle aziende

Secondo il Global CSR Risk and Performance Index 2019, il 68% delle aziende a livello globale mostra carenz...