L'EcoVadis World Tour Italia, per la prima volta a Milano

November 23, 2022 IT EcoVadis IT

La quarta tappa dell’EcoVadis World Tour 2022, evento che ha toccato 7 paesi in Europa, America e Asia, e rivolto ai professionisti della Supply Chain e della CSR, si è tenuta a fine ottobre a Milano presso l’Hotel Milano Scala, il primo albergo a emissioni zero del capoluogo lombardo. La sua filosofia eco-friendly, perfettamente allineata ai valori di EcoVadis, l’ha resa la scelta ideale per ospitare i temi di eco-innovazione e Procurement sostenibile al centro degli interventi degli esperti di EcoVadis e dei testimonial aziendali che hanno raccontato le loro best practice.


Obiettivo dell’evento era infatti condividere le conoscenze e ispirare i professionisti degli acquisti e dello sviluppo sostenibile presenti all’evento a intraprendere o continuare il viaggio verso la sostenibilità delle loro organizzazioni. Obiettivo centrato grazie alle presentazioni e alle tavole rotonde inserite in agenda che hanno offerto una panoramica del crescente impegno in materia di CSR / ESG.


Durante la giornata si è parlato di come implementare la decarbonizzazione della supply chain, favorire la collaborazione tra acquirenti e fornitori, si è tracciato lo stato dell’arte delle normative emergenti in materia di sostenibilità e approfondito il ruolo chiave dell'approvvigionamento sostenibile nel mondo di oggi.  È stata anche l'occasione per celebrare la recente partnership di EcoVadis Italia con Open-es e per raccontare le nuove funzionalità della piattaforma di EcoVadis.


Ad aprire la tappa italiana, Roberta Garizio, Indirect Purchasing Director di Lavazza insieme a Julien Carboni, Strategic Account Executive di EcoVadis Italia, che hanno illustrato le principali tendenze della sostenibilità e sottolineato l’importanza di misurare la sostenibilità della propria supply chain. Lavazza, con una catena del valore che conta 1 milione di fornitori in tutto il mondo, ha trovato in EcoVadis il partner e la soluzione di rating in grado di facilitare un’operazione di onboarding così complessa, gestita oltretutto in piena pandemia ma che oggi ha reso ancora più forte le relazioni con i fornitori.


Giuseppe Elia, Strategic Account Executive di EcoVadis Italia, ha successivamente illustrato il futuro della normativa sulla due diligence europea e l’influenza che avrà sul mercato italiano, aiutandoci a capire quali strategie mettere in atto non solo per motivi di compliance ma soprattutto per raggiungere più velocemente gli obiettivi di Procurement sostenibile.


Il tema della Carbon Neutrality è stato affrontato con Luca Dridani, Head of Global Sustainable Procurement, Governance & Processes di Chiesi, che ha raccontato il virtuoso percorso di decarbonizzazione e di procurement sostenibile di una delle aziende leader nel settore farmaceutico italiano. Misurazione e azioni di miglioramento sono le aree cardine della strategia di Procurement sostenibile di Chiesi ed EcoVadis è stato fondamentale per riuscire a misurare il livello di maturità della supply chain e ottenere concreti suggerimenti per il continuo miglioramento.


Dopo le testimonianze dirette di alcuni clienti, Camille Messer, Customer Success Regional Director di EcoVadis è intervenuta per presentare le nuove funzionalità della Suite EcoVadis Sustainability Intelligence con l'introduzione di IQ+, spiegare le novità sull’Action Carbon Module e su tutta l’area di supporto potenziata grazie all’EcoVadis Academy disponibile anche in lingua italiana.


Della proficua collaborazione con i fornitori, raggiunta con un’efficace strategia di procurement sostenibile e agli strumenti Ecovadis, hanno parlato anche Francesco Razza, Group Sustainability Manager di Novamont e Debora Curto, Procurement Excellence di Fedrigoni, che in una tavola rotonda moderata da Giuseppe Elia, hanno raccontato le opportunità e i vantaggi ottenuti grazie al loro impegno per una supply chain sostenibile che ha valso loro la medaglia di Platino di EcoVadis. 


Julien Carboni ha infine invitato sul palco Stefano Fasani, Program Manager di Open-es, per raccontare la partnership strategica recentemente conclusa tra EcoVadis Italia e Open-es, l’alleanza tra mondo imprenditoriale, finanziario e associativo avviata da Eni e che vede oggi la partecipazione di più di 8000 imprese. L’obiettivo delle due aziende è accelerare le strategie di procurement sostenibile delle aziende con un approccio collaborativo e integrato offrendo alle funzioni di procurement e ai fornitori la possibilità di utilizzare i servizi e gli strumenti messi a disposizione dalle due piattaforme digitali in maniera sinergica e integrata, allo scopo di ottimizzare il percorso di misurazione, certificazione e crescita sulle dimensioni ESG di tutti gli attori lungo la catena di fornitura.  


I lavori si sono conclusi con una breve riflessione di Giuseppe Elia sulle parole chiave emerse e ricorrenti nelle presentazioni dei relatori e che riportano al valore della collaborazione e dell'advocacy peer to peer per ottenere i migliori risultati in ambito sostenibilità.
 

Informazioni sull'autore

IT EcoVadis IT

EcoVadis è l'azienda più affidabile al mondo di valutazioni di sostenibilità aziendale, intelligenza e strumenti collaborativi per il miglioramento delle prestazioni delle catene di fornitura globali. Supportate da una potente piattaforma tecnologica e da una squadra globale di esperti, le schede di sostenibilità di EcoVadis, di facile fruizione e attivazione, forniscono una visione dettagliata dei rischi ambientali, sociali ed etici di 200 categorie di acquisto e 175 paesi.

Segui su Twitter Segui su LinkedIn Visita il sito Web Altri contenuti di {{noun}}

Nessun articolo precedente

Video successivo
Discorso di benvenuto [EcoVadis World Tour - Italia]
Discorso di benvenuto [EcoVadis World Tour - Italia]

Roberta Garizio, Indirect Purchasing Director di Lavazza, e Julien Carboni, Strategic Account Executive di ...