Lavazza a Sustain 2021

April 7, 2021 IT EcoVadis IT

Un esempio di profondo senso di responsabilità nei confronti delle comunità in cui opera, dai coltivatori di caffè, ai dipendenti e consumatori.

Lavazza è stata tra i protagonisti di Sustain 2021, il cui tema quest’anno è stato  #Rethink.Rebuild. Roberta Garizio, Indirect Purchasing Director di Lavazza, ha portato all’evento una preziosa testimonianza di impegno che ripaga, raccontandoci il viaggio dell’azienda italiana leader nella produzione del caffè nella sostenibilità e di come, per Lavazza, #Rethink.Rebuild abbia significato integrare in modo ancora più deciso la sostenibilità nei processi di approvvigionamento. Quarto torrefattore di caffè al mondo, con una forte tradizione italiana, Lavazza dal 1895 è impegnata nella produzione di caffè per gusti e tipologie di consumo diversi, ma con qualità e innovazione come obiettivi principali.

“Sostenibilità non è una parola. Non è un momento, ma è un viaggio che Lavazza ha iniziato molto tempo fa e, sicuramente, continueremo tutti insieme.”

Roberta Garizio, Lavazza

Il percorso di Lavazza verso la sostenibilità è iniziato nel 1998 con la creazione della Fondazione Lavazza. Un impegno che ha continuato a crescere e che ha visto Lavazza distinguersi per la promozione e realizzazione di progetti di sostenibilità economica, sociale e ambientale a favore delle comunità produttrici di caffè in tutto il mondo. Ma non solo.   

Lavazza ha inoltre ideato il “Goal Zero” con il proposito di diffondere il messaggio dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile presso ogni interlocutore chiave dell’Azienda. Questo si affianca ai quattro pilastri di sostenibilità prioritari per promuovere un equilibrio di obiettivi sia sociali che ambientali: Goal 5 - Uguaglianza di genere, Goal 8 - Lavoro dignitoso e crescita economica, Goal 12 - Consumo e produzione responsabile, Goal 13 – Agire per il clima.  

Inoltre, Lavazza e la Città di Torino hanno dato vita all’iniziativa TOward2030: What Are You Doing?, un progetto di diffusione della cultura della sostenibilità e dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) delle Nazioni Unite attraverso la street art. Con TOward 2030 l’arte si è unita con la sostenibilità e i muri di Torino si sono colorati di messaggi positivi e di impegno responsabile, dando così forma e interpretando i Global Goals in chiave contemporanea. Il progetto ha trasformato i 17 Global Goals delle Nazioni Unite in 17+1 opere di street art, con un’opera aggiuntiva dedicata al Goal Zero.

Recentemente, Il Gruppo Lavazza ha anche annunciato la propria Roadmap to Zero: il percorso che lo porterà, entro il 2030, a essere carbon neutral, attraverso un piano che prevede tre linee di azione: monitoraggio e quantificazione delle emissioni; continui processi di efficientamento e riduzione degli impatti; compensazione delle emissioni residue e non riducibili. Una delle tappe intermedie chiave al 2030, sarà raggiunta grazie alla “Roadmap del Packaging Sostenibile”, piano strategico che si propone, entro il 2025, di rendere l’intero portfolio packaging riutilizzabile, riciclabile o compostabile.

L’impegno di Lavazza nel procurement è un percorso integrato di responsabilità e business per affrontare le sfide della sostenibilità in modo concreto e innovativo.  Nel 2012-2013 Lavazza entra nel network EcoVadis e la sua attenzione agli acquisti sostenibili si concretizza in iniziative rivolte ai fornitori e alle loro comunità fino ad arrivare al 2020 quando Lavazza decide di accelerare il passo proprio in un periodo complicato come quello della pandemia. Utilizzando la piattaforma EcoVadis, Lavazza ha potuto valutare le aree di rischio nella catena di fornitura e capire come lavorare al meglio con essi in un periodo di crisi.

“Abbiamo iniziato ufficialmente con l'approvvigionamento sostenibile alcuni anni fa. Devo dire che Lavazza ha sempre considerato l'etica, il lavoro, i diritti umani e le questioni ambientali come elementi rilevanti per la qualificazione delle nostre prestazioni di fornitura.” Ha spiegato Roberta Garizio

Le motivazioni che hanno spinto Lavazza ad un approvvigionamento sostenibile sono varie; la più rilevante è il supporto ai fornitori, soprattutto le medie e piccole imprese, affinché comprendano e contribuiscano al raggiungimento degli obiettivi globali; aiutarli nel miglioramento continuo, definendo KPI e avallando obiettivi. 

Per Lavazza l’innovazione sostenibile, la lotta al cambiamento climatico e l’impegno per una produzione e un consumo responsabili danno vita a un circolo virtuoso: portano non solo un beneficio per l’ambiente e la società ma generano efficienza nei cicli produttivi, riduzione degli sprechi, limitazione dei processi antieconomici, anche a vantaggio dei margini aziendali.

“Crediamo fermamente che il Procurement sostenibile porti valore al mondo prima di tutto, e di conseguenza a noi. Come impresa siamo qui per fare business, ma vogliamo fare un buon business, non business per business.”

Roberta Garizio, Lavazza

L’approccio di Lavazza alla sostenibilità è un approccio olistico. Oltre alle iniziative rivolte alla catena del valore, Lavazza collabora con le realtà locali per valorizzare i luoghi in cui è presente, coinvolge i dipendenti ad essere più responsabili ad esempio con incentivi per l’uso più consapevole dei trasporti con il car sharing, i trasporti pubblici e le auto elettriche. Ha sviluppato un programma di compensazione della CO2, ha adottalo la cancelleria green passata in poco tempo dal 5% al 50%, raggiungendo anche significativi saving nella voce costi. Questo perché Il processo di miglioramento non dimentica un approccio anche mirato all’ottimizzazione dei costi. La sostenibilità per Lavazza è parte integrante di tutto il ciclo di vita dell’azienda e interessa il processo produttivo, di cui fanno parte i fornitori, così come il capitale umano e il territorio in cui opera. Obiettivi interni e condivisi con quelli delle Istituzioni a livello globale per un bene comune, il pianeta e la società. 

 

“Il nostro è un lavoro di squadra, perché la sostenibilità è una responsabilità condivisa.”

 

Informazioni sull'autore

IT EcoVadis IT

EcoVadis è l'azienda più affidabile al mondo di valutazioni di sostenibilità aziendale, intelligenza e strumenti collaborativi per il miglioramento delle prestazioni delle catene di fornitura globali. Supportate da una potente piattaforma tecnologica e da una squadra globale di esperti, le schede di sostenibilità di EcoVadis, di facile fruizione e attivazione, forniscono una visione dettagliata dei rischi ambientali, sociali ed etici di 200 categorie di acquisto e 160 paesi.

Segui su Twitter Segui su LinkedIn Visita il sito Web Altri contenuti di {{noun}}
Articolo precedente
Sustain 2021: come ripensare e ricostruire le supply chain globali
Sustain 2021: come ripensare e ricostruire le supply chain globali

Sustain 2021 si è svolto dall'8 al 9 marzo con un'eccezionale scaletta di relatori e sessioni, incoraggiand...

Articolo successivo
Catena a monte e mappatura del rischio di migliaia di piccoli fornitori: premiata l'iniziativa RubberWay®!
Catena a monte e mappatura del rischio di migliaia di piccoli fornitori: premiata l'iniziativa RubberWay®!

I gruppi Michelin e Continental utilizzano audit documentali EcoVadis per i fornitori di primo livello e l'...