Il Consiglio e il Parlamento dell'UE concordano sulla Corporate Sustainability Due Diligence Directive (CSDDD)

February 1, 2024 IT EcoVadis IT

Il 14 dicembre i negoziati a tre dell'UE sulla Corporate Sustainability Due Diligence Directive (CSDDD o CS3D) hanno portato a un accordo provvisorio tra il Consiglio e il Parlamento dell'UE. La CSDDD è destinata a imporre alle aziende obblighi completi di due diligence per identificare e mitigare gli impatti negativi sull'ambiente e sui diritti umani lungo tutta la loro catena del valore. 

Alcune imprese dell'UE hanno già costruito una solida base per raggiungere la conformità alla CSDDD. Questo vale soprattutto per le aziende tedesche che rientrano nell'ambito di applicazione della legge sulla catena di approvvigionamento “LkSG” e per quelle francesi che sono soggette alla legge sul dovere di vigilanza Devoir de Vigilance (Duty of Care) dal 2017. Ma cosa significa l'imminente direttiva per la maggioranza delle aziende europee che si trovano ancora nelle fasi iniziali del loro percorso di due diligence della catena di fornitura o devono ancora iniziare?

Ambito di applicazione della direttiva CSDDD: chi deve adeguarsi?

  • Grandi aziende dell'UE: riguarda le imprese dell'UE con oltre 500 dipendenti e un fatturato netto globale superiore a 150 milioni di euro.

  • Medie imprese: comprende le aziende con oltre 250 dipendenti e un fatturato superiore a 40 milioni di euro, soprattutto nei settori ad alto rischio.

  • Aziende non UE: si applica alle aziende non UE con un fatturato netto di 300 milioni di euro nell'Unione.

  • Impatto indiretto: sebbene sia rivolta principalmente alle grandi imprese, la direttiva ha un impatto indiretto anche sulle imprese più piccole attraverso i loro legami con i partner commerciali più grandi.

  • Inclusione del settore finanziario: escluso per ora, con una clausola di revisione per una possibile inclusione successiva.

Requisiti e obblighi per le aziende

Requisiti di due diligence: identificare, valutare, prevenire, mitigare e rimediare agli impatti negativi sui diritti umani e sull'ambiente.

Interruzione delle relazioni commerciali dannose: sospensione delle relazioni con i partner che generano impatti negativi, se questi non possono essere risolti.

Ulteriori responsabilità: stabilire un meccanismo di reclamo e una comunicazione efficace degli obblighi di due diligence.

Piano di transizione per il cambiamento climatico: sviluppare e attuare un piano di mitigazione dei cambiamenti climatici in conformità con l'Accordo di Parigi.

Caratteristiche degli appalti pubblici

L'accordo prevede che la conformità alla CSDDD possa essere utilizzata come criterio per l'aggiudicazione di appalti pubblici.

Applicazione e responsabilità

  • L'UE può condurre ispezioni e indagini e imporre sanzioni, tra cui multe fino al 5% del fatturato globale.

  • Le sanzioni per la non conformità includono multe e ingiunzioni, con particolare attenzione al coinvolgimento delle parti interessate nel processo di due diligence. Le persone e le organizzazioni interessate possono presentare richieste di risarcimento danni entro un periodo di cinque anni.

Prossimi passi

L'accordo provvisorio del 14 dicembre è in attesa di approvazione e accettazione formale. L'attuazione avverrà 20 giorni dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Le aziende devono prepararsi fin da ora alla conformità e monitorare la legislazione nazionale e di settore.

Costruire l’approccio alla conformità

La piattaforma di intelligence, valutazione, scorecard e miglioramento della sostenibilità di EcoVadis costituisce la base per la due diligence e la rendicontazione dei rischi della supply chain per migliaia di partner della catena del valore. 

Informazioni sull'autore

IT EcoVadis IT

EcoVadis è l'azienda più affidabile al mondo di valutazioni di sostenibilità aziendale, intelligenza e strumenti collaborativi per il miglioramento delle prestazioni delle catene di fornitura globali. Supportate da una potente piattaforma tecnologica e da una squadra globale di esperti, le schede di sostenibilità di EcoVadis, di facile fruizione e attivazione, forniscono una visione dettagliata dei rischi ambientali, sociali ed etici di 200 categorie di acquisto e 175 paesi.

Segui su Twitter Segui su LinkedIn Visita il sito Web Altri contenuti di {{noun}}
Articolo precedente
Presentazione del Carbon Action Manager (CAM) di EcoVadis
Presentazione del Carbon Action Manager (CAM) di EcoVadis

Una nuova possibilità per iniziare il tuo percorso di approvvigionamento sostenibile incentrato sulla decar...

Articolo successivo
Tre requisiti della catena del valore previsti dalla CSRD - e le loro implicazioni per un programma di approvvigionamento sostenibile

Dalla divulgazione degli impatti sull'ambiente e sui diritti umani lungo tutta la catena del valore alla re...